fbpx

Apri un social, una pagina web, un contenuto qualsiasi: cosa vedi? Video. Ma come produrre video di qualità che riescano a spiccare in tutti questi contenuti?
Oggi non si parla d’altro di Video Marketing e siamo circondati da guide su come sfruttarlo al meglio. Noi di SetUp veniamo da un mondo dove non c’è mai stata la necessità di dare un’etichetta: il video è sempre stato l’unico linguaggio. Quando invece ci affacciamo al settore della produzione di privati, soprattutto per il digital marketing, vediamo come in molti ancora trattano l’argomento solo dal punto di visto strategico senza pensare alla vera e propria produzione.

Ecco perché noi oggi vogliamo colmare questo vuoto tra strategia e produzione, spiegandoti da professionisti cosa vuol dire “qualità” e come produrre video di qualità possa differenziarti dalla concorrenza. Scopriamo insieme:

  • Perché la tua strategia di Video Marketing non funziona: serve produrre video di qualità.
  • Cosa conferisce qualità ai tuoi video?
  • Come produrre video di qualità: strumenti, tools e curiosità da professionisti per professionisti.




Serve produrre video di qualità.

Online non si fa che idealizzare il video marketing come nuova strategia e format vincente. Tuttavia ciò non tiene conto che, con la stessa efficacia con cui una produzione video riesce a far colpo sul pubblico, può anche allontanarlo. Infatti la strategia, il concept o campagna di marketing migliore non potrà mai compensare la mancanza di qualità nel tuo video: questa mancanza verrà trasferita al tuo servizio o prodotto che verrà percepito come non professionale, o peggio, di scarso valore.

Cosa vuol dire qualità?

I professionisti in cerca dei giusti contenuti per comunicare le proprie attività sanno già che i contenuti prodotti devono rispecchiare un certo livello, difficilmente ottenibile da smartphone.
Non focalizzandoci qui su questo aspetto, vogliamo invece sottolineare come neanche le alternative più usate rispecchino il criterio di qualità ricercato dagli utenti oggi. Ad esempio:

  • Prendere un video dalle tantissime librerie di contenuti video online, aggiungendoci soltanto i testi;
  • Fare una ripresa anche in HD ma priva di significato, senza trasmettere a chi guarda “la storia” giusta per spingerlo a fermare lo scroll e dedicare la sua attenzione al nostro prodotto;
  • Pubblicare un video originale, che racconti qualcosa ma… non in focus, in controluce, con la composizione confusa. Insomma, senza l’occhio dell’esperto. Questa mancanza di professionalità nella produzione video viene poi implicitamente associata al tuo prodotto o brand.

Per rendere questo concetto più immediato, basta applicarlo sulla propria persona: tu acquisteresti mai qualcosa se la sua immagine è sciatta, sfocata o sgranata? Nell’era digitale la produzione video deve rispondere a nuovi criteri, che vanno a comporre la qualità complessiva.
Andiamo a vedere come produrre video di qualità.

Cosa rende la tua produzione video di qualità?

Una buona produzione video si basa su criteri produttivi ed estetici: è una danza in equilibrio tra l’utile ed il bello. I fattori che permettono quest’equilibrio, rendendo la tua produzione di qualità, rispecchiano le figure di solito previste nelle produzioni professionali, cioè:

  1. PRODUCTION: in questa fase occorre pianificare e organizzare la realizzazione della produzione, cercando di pre-figurarsi il risultato finale al fine di orientare tutto il lavoro al suo raggiungimento. Ad esempio, partire avendo già una chiara idea dei luoghi dove girare il video permetterà di avere il tempo di fare sopralluoghi e prove. Infatti un consiglio da parte nostra è proprio quello di provare le inquadrature direttamente in questa fase, in quanto ti aiuterà ad avere una buona idea di cosa otterrai alla fine del processo di produzione video.
  2. LIGHT: forse sembra qualcosa di scontato, ma sempre più spesso si nota la mancanza di un buono studio di luci alla base della produzione video. Una buona illuminazione, infatti, può alzare incredibilmente la qualità della tua produzione video. Non si tratta di essere bravi con Photoshop: anzi, saper girare in modo che la post produzione sia quasi un vezo e non la necessità è ciò che contraddistingue i veri esperti dagli amatoriali. Certo, a seconda dello stile ricercato si possono studiare diverse tecniche di illuminazione. Quel che vogliamo consigliarti a riguardo è di non spaventarti: nonostante le tante attrezzature necessarie, anche una finestra luminosa può prendere il posto di una ringh light e diventare la tua Key Source. Oppure, per un effetto più diffuso puoi utilizzare una lampada luminosa insieme a della carta forno: sono tutti trucchi pratici e non professionali, ma che possono aiutare chi è alle prime armi.
  3. CAMERA: abbiamo studiato il set, adattato le luci.. non rimane che pensare all’inquadratura! Ciò che vediamo dall’altro lato della camera non dev’essere solo ben illuminato o nitido, ma stilisticamente interessante. Solo cosi riusciremo ad attirare lo sguardo del tuo fruitore. Come farlo? Giocando con la composizione: l’equilibrio delle parti in un inquadratura ti aiuterà a mantenere una costanza visiva durante tutta la ripresa, conferendo al video finale la qualità di cui abbiamo tanto parlato. 
Attenzione però, quando parliamo di composizione non ci riferiamo al solo fattore estetico: bisogna mettere in relazione il soggetto con il background, cosi da contestualizzare la ripresa, rendendo la scena più comunicativa per il tuo pubblico.
  4. Acting: per lo stesso motivo per cui la composizione deve tener conto del background, il soggetto deve rispecchiare i criteri della credibilità e verosimiglianza. Perché? È semplice: se il tuo fruitore non crederà a quello che sta accadendo davanti ai suoi occhi perderà interesse e smetterà di seguire la storia. 
Con l’esperienza accumulata possiamo garantirti che questo concetto vale anche per le cose non animate, ad esempio se vogliamo creare un video food questo deve dare l’impressione che l’aroma del piatto fuoriesca dal video, per rendere il tutto irresistibile e vero, al punto da spingerci a comprarlo subito.
  5. SET DRESSING o SCENOGRAFIA: è la fase cruciale che conferisce alla tua produzione video un design distintivo non ricreabile da nessuno stock. La scenografia è l’ambiente in cui il tuo personaggio si muoverà e la storia prenderà atto. Inoltre la scelta della scenografia può rivelare molto di chi la abita nel video, in quanto ogni dettaglio della stessa può trasmettere diversi significati. Ecco perché è importante che per ogni scenografia aggiunta, ci siano nuovi elementi che diano il loro contributo rendendo la produzione video dinamica.
Se non disponi di una vasta gamma di scenografie, attento a rispettare l’intelligenza del pubblico nell’adattare la stessa a più produzioni. Spesso infatti, “vestendo” una location per simularne un’altra, Il pubblico potrebbe vedere il trucco come sintomo di “poca importanza” data alla produzione video, per questo è sempre consigliabile affidarsi a professionisti con set specifici per il tuo servizio.
  6. SOUND: un video non è fatto solo d’immagine, la sua componente distintiva è infatti il suono: l’ago della bilancia per una produzione di qualità. Si tratta di un elemento infido, in quanto se l’audio è ottimo quasi nessuno lo nota, ma se invece è scadente la tua produzione video sarà irrecuperabilmente amatoriale. 
Come capire se il tuo audio va bene o no? Noi rispettiamo i criteri del Buono, Il Brutto e Il Cattivo:
    – Il Buono: la frequenza audio si aggira attorno ai 12db con picchi al massimo di 6db e una minima di -24 db.
    – Il Brutto: quando i picchi sono a -45, in quanto l’audio sarà troppo basso pur cercando di alzare il volume in post produzione.
    – Il Cattivo: quando il picco è sopra lo 0 l’audio è irrecuperabile, in quanto anche abbassando il volume la qualità non migliorerà e la tua produzione sarà da rifare.

Nell’arte della produzione video non ci sono scuse: serve studiare, provare e soprattutto tempo per riprovare. Noi di SetUp riusciamo a conciliare competenza, qualità e tempo dopo anni di produzioni, ma se questo non è il tuo caso non ci resta che consigliarti di darti del tempo e di affidare lavori imminenti o importanti ad esperti, che non per forza richiedono cifre esose. Spesso, riparare ai danni procurati dalla scarsa qualità costa più che affidarsi a professionisti.

Noi abbiamo scelto la qualità e vogliamo fare in modo che anche tu ci riesca: conosci altri trucchi per dare alla tua produzione video la qualità che serve a distinguerti?

setupproduction

setupproduction

Soluzioni Foto e Video per agenzie e professionisti della comunicazione. Forniamo tutto il necessario per realizzare servizi foto e video in tempi rapidi assicurando un’alta qualità e budget chiari. Realizza le tue idee scegliendo una valida alternativa agli stock.